Gelatine di mandarino

Gelatine mandarino ricettaAlle gelatine di mandarino nessuno può resistere. Grandi e piccoli ne farebbero una scorpacciata. L’occasione per preparare questa ricetta la creano la natura, il mercato e la tradizione. I mandarini sono agrumi tipici dei mesi freddi, si possono raccogliere nel tardo autunno ed in inverno. Il mercato ne offre in abbondanza durante le feste natalizie e nei primi mesi dell’anno. Preparare quindi queste gelatine di mandarino per qualcuna di queste festività, come ad esempio per l’Epifania, è una dolce scelta che sicuramente piacerà ai piccoli come ai grandi.
Trascorso il tempo necessario perchè si raffreddino, le gelatine di mandarino o gelée possono essere confezionate secondo il proprio gusto o estro. Si possono mettere in barattolini o scatoline, in sacchettini di cellophane.
La cosa positiva di questa ricetta di gelatine di mandarino è che non vengono preparate con la solita e discutibile colla di pesce. Queste caramelle golose si preparano con l’agar agar. Un gelificante naturale ricavato da un tipo di alga. L’agar non altera il gusto del composto ed è ricco di minerali. Forse non si trova facilmente nei supermercati comuni. Per essere certi di trovarla conviene visitare un negozio di prodotti biologici. La si può trovare in scaglie, in pezzi ed in polvere.

Gelatine di mandarino RicettaDolci

STAGIONALITA’: inverno
PREPARAZIONE: 10 minuti
COTTURA: 10 minuti
DIFFICOLTA’: bassa

Ingredienti per 20 gelatine

500 g di mandarini
180 g di zucchero di canna
1 limone
5 g di agar agar in polvere

PREPARAZIONE

  1. Per preparare le gelatine di madarino procedete stemperando l’agar agar in 50 ml di acqua fredda.
  2. Spremete i mandarini con uno spremiagrumi e filtrate il succo ottenuto con un colino. Dosate 250 ml di succo e versatelo in un pentolino. Unite 80 g di zucchero di canna e 2 cucchiai di succo di limone. Portate il tutto a ebollizione  e lasciate cuocere per 3 minuti.
  3. Trascorso il breve tempo, levate il tegame dal fuoco e incorporate con cura l’agar.
    Mettete di nuovo sul fuoco il composto, fate scaldare fino al punto di ebollizione. Fate bollire per un minuto almeno.
  4. Versate il composto in vaschette da ghiaggio o altri stampini, come ad esempio quelli in silicone, assicurandovi che il materiale di cui sono fatti sopporti le alte temperature.
  5. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente per un paio d’ore, poi capovolgete gli stampi ed estraete le gelatine. Passatele con delicatezza nel restante zucchero di canna.

One Comment

  1. udilla orlandi

    29 luglio 2013 at 18:24

    l’ agar agar in farmacia lo vendono a etti e un etto costa intorno ai 23 € cosa posso usare in alternativa?????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AIUTA IL CUCCHIAIO VERDE A CRESCERE